CARENZA MEDICI DI MEDICINA GENERALE - Comune di Pero (MI)

Notizie - Comune di Pero (MI)

CARENZA MEDICI DI MEDICINA GENERALE

 
CARENZA MEDICI DI MEDICINA GENERALE - AGGIORNAMENTO
 
Il giorno 16 febbraio 2021 ho presieduto l’assemblea dei Sindaci del Rhodense.
Nell’incontro tra gli altri temi si è affrontato il tema relativo alla gestione della carenza dei Medici di Medicina Generale.
ATS ha presentato i dati che riguardano nello specifico la situazione dei MMG nei Comuni appartenenti al Distretto Rhodense:
• 34 medici hanno cessato l’attività nell’anno 2020
• 20 nuovi medici sono stati inseriti nell’anno 2020
• 10 ulteriori nuovi medici sono stati inseriti nell’anno 2021
• 15 medici hanno incarichi temporanei.
Io e altri Sindaci abbiamo sottolineato quanto sia problematica la mancanza di medici di medicina generale in alcuni comuni.
Di fronte all’evidente carenza dei medici ATS ha comunicato alcune soluzioni tra le quali: l’aumento del numero di studenti del corso di formazione, l’apertura del bando a medici diplomati, ma non ancora in graduatoria generale, e inoltre dispone una valutazione mensile delle cessazioni al fine di poter mettere in campo incarichi temporanei.
Per quanto riguarda il comune di Pero ho chiesto informazioni circa il bando di nomina pubblicato il mese di dicembre per l’assegnazione dell’incarico a due medici di medicina generale con vincolo di scelta nel nostro comune.ATS ha risposto che per mancanza di numeri gli incarichi non sono stati assegnati e che nel mese di marzo 2021 sarà pubblicato un nuovo bando con l’impegno di inserire ancora il vincolo per le situazioni più carenti, come per esempio Cerchiate.
Ho voluto sottolineare come nelle frazioni, la mancanza di medici abbia raggiunto alti livelli di criticità.
Ho ribadito che, per i medici che volessero operare nel nostro territorio, l’amministrazione comunale di Pero rende disponibile ad un prezzo calmierato, l’ambulatorio del centro prelievi, già accreditato dall’ATS.
Sono convinta che i medici di medicina generale, soprattutto nei comuni piccoli e nelle frazioni, come Cerchiate, svolgano una funzione di presidio fondamentale e ancor di più laddove siamo in presenza di popolazione anziana.
Occorre ridisegnare la mappa dei MMG e le regole con cui vengono garantiti i loro servizi sul territorio, perché se la salute è un diritto costituzionale non è ammissibile che larghe fasce della popolazione debbano fare diversi chilometri per andare dal medico perché nel loro comune non ci sono medici disponibili.
Questa pandemia ha fatto emergere in tutta la sua drammaticità la situazione di crisi in cui è piombata la medicina territoriale.
Per affrontare la pandemia, l'integrazione tra sanitario e sociale è sempre più importante, perché l'emergenza sanitaria porta spesso con sé emergenze sociali e accentua le situazioni di fragilità.
Sarà mia cura tenerVi aggiornati.
Buona serata
Il sindaco
Maria Rosa Belotti

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (0 valutazioni)